Comunicazione al Comitato Familiari Ospiti e a tutti i parenti, in merito all’andamento del fenomeno epidemiologico alla data del 22/01/2022.

Buongiorno Gentilissimi Sigg.ri/Sigg.re

Componenti Comitato Familiari Ospiti

 

Si informa che dall’esito dello screening di questi giorni, presso l’ Ipab “ Domenico Cardo “ sono risultati positivi n. 9 lavoratori, non tutti confermati con il tampone molecolare, prontamente collocati a casa.

Ad oggi, la gran parte dei lavoratori positivi, hanno contratto il virus perché a contatto con famigliari positivi ( figli, marito/moglie ecc … ).

Si comunica che n. 18 ospiti residenti in Via Cardo risultano positivi alla data odierna, l’Ente si è organizzato prontamente con un nucleo COVID ( Area Rossa )  e un nucleo dei contatti ( Area Gialla ) situato al secondo piano della sede principale

Ad oggi gli ospiti hanno sintomi lievi o del tutto asintomatici e la situazione è sotto controllo e ben monitorata.

Lo screening imposto dall’ULSS 9 dalla prossima settimana, prevederà il tampone ogni 10 giorni e grazie all’impegno e alla costanza degli infermieri presenti si cercherà di far fronte alla situazione.

A disposizione per ogni ulteriore chiarimento, cordiali saluti.

Il Direttore ( Boscaro Dott.ssa Federica )

IMPEGNATIVA DI INGRESSO PER OSPITI ACCOLTI PRIVATAMENTE

https://www.regione.veneto.it/article-detail?articleId=5341283

IMPEGNATIVA DI INGRESSO PER OSPITI ACCOLTI PRIVATAMENTE

 

Comunicato stampa Regione Veneto n° 1204

 

Su proposta dell’assessore alla Sanità e al Sociale, la Giunta veneta ha istituto in via sperimentale una nuova quota sanitaria di accesso, del valore di 30 euro, per  facilitare lo scorrimento delle graduatorie e rendere maggiormente sopportabili i costi alle famiglie che abbiano un congiunto non autosufficiente in attesa di accoglienza residenziale o già ospite, ma ancora privo di impegnativa sanitaria. 

L’ intervento rappresenta una novità per il sistema sociosanitario veneto, per aiutare le famiglie prive di impegnativa a sostenere l’onere della retta di una casa di riposo. In questo caso, si prevede una quota sanitaria “di accesso” di 30 euro al giorno, che si affiancherà alla quota della retta alberghiera a carico dell’ospite (e della famiglia o del Comune). Il contributo straordinario decorre dal momento di ingresso del nuovo ospite, oppure può aver valore retroattivo già dal 1° gennaio 2020 per quanti sono già ospiti della casa di riposo, ma ancora in attesa dell’ impegnata di residenzialità (cioè del pagamento della quota sanitaria della retta da parte del sistema sanitario regionale).